20/03/2018
    CnCn news 2.0

    GOVERNO


    Ministero dell’ambiente: In vigore il decreto sulle specie esotiche invasive.
    Venerdì 16 marzo - Su questo sito il modulo di denuncia per chi possiede un animale da compagnia di questa specie e il piano di gestione nazionale della nutria
    E’ entrato in vigore il decreto legislativo 230/2017 che definisce le procedure e le azioni necessarie a gestire e controllare la diffusione delle specie esotiche invasive nel nostro paese. Tra le prime azioni del provvedimento (“Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (Ue) n. 1143/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2014, recante disposizioni volte a prevenire e gestire l'introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive”), un piano di gestione nazionale per la nutria, una delle specie esotiche a più forte impatto sull’ambiente naturale e sulle attività agricole. Il piano è in consultazione pubblica sul sito del ministero dell’Ambiente.
    Il decreto tra l’altro stabilisce che chi detiene uno o più esemplari di specie esotiche inclusi negli elenchi delle specie esotiche invasive di rilevanza europea o nazionale è tenuto a farne denuncia al ministero. Su questo portale è disponibile il modulo di denuncia per continuare a tenere gli animali di affezione appartenenti a questa specie, il cui possesso deve essere dichiarato entro il 14 agosto 2018.
    Chi possiede animali da compagnia che appartengono a specie esotiche invasive può continuare a custodirli a condizione di:
    esserne in possesso  prima del decreto o, nel caso in cui sia aggiornato l’elenco delle specie esotiche invasive, prima della sua entrata in vigore;
    denunciarli al ministero dell’Ambiente entro 180 giorni;
    adottare misure opportune per impedire la fuga o la riproduzione dell’animale.
    Per maggiori informazioni clicca qui

     

    EVENTI

    10 aprile 2018 – Parlamento europeo, Bruxelles - Rafforzare la cooperazione transfrontaliera nella gestione di Nutria.
    La cooperazione transfrontaliera con le parti interessate è fondamentale per gestire la crescente popolazione delle nutrie in Europa.
    Le nutrie fa parte dell'elenco Ue delle specie esotiche invasive poiché costituiscono una seria minaccia per la biodiversità. Inoltre, la nutria mette in pericolo la sicurezza dell'acqua e ha un impatto negativo sui rendimenti agricoli in molte parti dell'Unione.

    Questo è il motivo per cui rappresentanti delle autorità idriche, gli agricoltori e cacciatori delle regioni settentrionali dei Paesi Bassi e della Germania (Niedersachsen) hanno unito le loro forze e hanno recentemente firmato un accordo per migliorare la loro cooperazione per una migliore gestione delle popolazioni di nutrie nel loro territorio.
    Durante questo incontro al Parlamento europeo, molte di queste parti presenteranno le proprie esperienze e l'approccio strategico con l'obiettivo di sensibilizzare su questo importante problema. Sperano anche che questo incontro funga da esempio per la cooperazione tra le parti interessate lungo il confine olandese-tedesco e, si spera, anche con altre regioni di confine nell'Unione.

    11-13 aprile 2018 - “Gli scoiattoli alloctoni e altre specie invasive: impatti ed esperienze di gestione a confronto” - Perugia, Aula Magna Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università di Perugia.

    Il Progetto LIFE U-SAVEREDS, finanziato dall’Unione europea e di cui ISPRA è capofila, ha come scopo la conservazione dello Scoiattolo comune europeo (o rosso, Sciurus vulgaris) in Umbria e in generale la tutela della biodiversità forestale dell’Appennino. La minaccia alla conservazione della specie è rappresentata dallo Scoiattolo grigio americano (Sciurus carolinensis), specie alloctona introdotta nell’area di Perugia all’inizio degli anni 2000, ritenuta una tra le 100 specie alloctone invasive più pericolose a livello europeo e mondiale, ed oggi inclusa nell’elenco di specie invasive di rilevanza unionale (Reg. EU 1143/2014 e Reg. EU 1141/2016) per le quali gli Stati membri sono tenuti ad intervenire. Il Progetto, a cui partecipano anche la Regione Umbria,  l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e  delle Marche, Legambiente Umbria, l’Istituto OIKOS, il Comune di Perugia e la Regione Lazio, si è posto gli obiettivi specifici dell’eradicazione dello Scoiattolo grigio e del ripristino di alcune popolazioni urbane di Scoiattolo rosso, associando alle attività gestionali una articolata campagna di sensibilizzazione ed informazione rivolta ai cittadini.
    L’evento conclusivo del progetto LIFE U-SAVEREDS sarà incentrato sulla gestione degli scoiattoli alloctoni e di altre specie invasive, affrontandone i relativi impatti e ponendo a confronto esperienze gestionali diverse, intraprese a livello nazionale ed internazionale. Il Convegno si terrà dall’11 al 13 aprile 2018 a Perugia e sarà articolato in un corso formativo, di una giornata e mezza, principalmente rivolto a tecnici e studenti (l’11 e la mattina del 12), seguito da un simposio a carattere internazionale (il 12 pomeriggio e la giornata del 13).
    Vai al sito del Progetto

    NEWS
    Piombo nelle zone umide: Webinar sulla proposta ECHA di restrizione
    03/07/2020
    Organizzato da IEACS, AFEMS, FACE e SAAMI in collaborazione con il WFSA il primo di una serie di webinar sulla proposta di restrizione nell’utilizzo delle munizioni di piombo nelle zone umide.
    L’ANPAM ed il CNCN hanno preso parte oggi al primo di una serie di webinar sul piombo nelle ...
    UN ERRORE ESCLUDERE IL MONDO VENATORIO DAL DIALOGO SULLA RIPARTENZA DEL PAESE
    26/06/2020
    La Cabina di Regia del Mondo Venatorio interviene sul coinvolgimento delle associazioni animaliste agli Stati Generali di Villa Pamphili. Rinnovata la richiesta di confronto al presidente del consiglio Giuseppe Conte
    La Cabina di Regia Unitaria del Mondo Venatorio - a cui partecipano tutte le Associazioni Nazionali ...
    CABINA REGIA MONDO VENATORIO: FAR RIPARTIRE ATTIVITÀ VENATORIA E CONTROLLO
    06/05/2020
    Le associazioni venatorie riconosciute e il CNCN chiedono attenzione alle Istituzioni sui danni alle coltivazioni da parte della fauna selvatica e auspicano un potenziamento delle sinergie con il mondo agricolo in tema di contenimento faunistico e gestione del territorio.
    La cabina di regia del mondo venatorio, in rappresentanza dei cacciatori italiani, conferma il ...
    CABINA DI REGIA MONDO VENATORIO: FACCIAMO RIPARTIRE IL SETTORE
    29/04/2020
    Le associazioni venatorie riconosciute e il CNCN si rivolgono al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e alle Istituzioni per chiedere attenzione verso una parte importante del sistema economico-sociale del Paese
    Mentre il Paese si prepara a una pur graduale ripresa delle attività produttive, anche il ...
    07/04/2020
    In un momento in cui servirebbe unità e coesione, da chi è contrario alla caccia si cerca solo di indirizzare la società con informazioni volutamente non corrispondenti al vero
    30/01/2020
    CABINA DI REGIA MONDO VENATORIO: DECREMENTO INCIDENTI E DECESSI È POSITIVO, LAVORIAMO PER MIGLIORARE ANCORA
    26/09/2018
    Le Associazioni venatorie riunite nella Cabina di regia e il CNCN rispondono con fermezza alle ultime esternazioni dell’on. Brambilla e alle ancora più gravi dichiarazioni prive di fondamento del vice presidente dell’associazione Vittime della caccia. “Vergognoso utilizzare false informazioni sui bambini per i propri scopi propagandistici”
    16/03/2018
    condividi
    Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.