29/12/2022
    IL CNCN PLAUDE ALL’INSERIMENTO DELL’EMENDAMENTO SULL’ABBATTIMENTO DELLA FAUNA SELVATICA IN MANOVRA

    Il Comitato Nazionale Caccia e Natura, promotore di un’attività venatoria sostenibile e rispettosa degli equilibri naturali, esprime soddisfazione per la decisione del governo di inserire nella legge di bilancio 2023, appena approvata, l’emendamento che modifica alla legge 157/92 sulla protezione della fauna selvatica e il prelievo venatorio. La proliferazione incontrollata della fauna selvatica, e in particolare degli ungulati, rappresenta oggi un elemento dannoso per la nostra economia e per il nostro territorio, costituendo anche un pericolo per la salute pubblica. La diffusione di malattie estremamente pericolose come la peste suina, gli incidenti stradali e i danni alle coltivazioni e alle strutture denunciati quotidianamente dagli agricoltori ed imputabili al transito di queste specie hanno infatti reso necessario un intervento da parte del governo.  Su questo tema il presidente di CNCN, Maurizio Zipponi, ha infatti dichiarato che: “La legge 157/92 compie quest’anno il suo trentesimo compleanno e si riferisce a una situazione faunistica estremamente diversa da quella odierna. Gli ungulati, in passato estremamente localizzati ed in numero molto minore, non rappresentavano un pericolo significativo in quanto non si avventuravano nelle zone antropizzate, come invece accade adesso. Per questo si è rivelato necessario modificare una parte della legge non rispondente alle necessità rappresentate della situazione attuale”.

    Il CNCN ritiene inoltre infondate le preoccupazioni relative alla volontà del governo di liberalizzare una caccia senza limiti e confini, sottolineando la misura incrementale delle attività previste per il controllo della fauna, che verranno disposte sulla base del livello di criticità rilevato dalle istituzioni sentito il parere dell’ISPRA. Per quanto riguarda, infine, il ruolo dei cacciatori, è necessario considerare che le attività di controllo e contenimento delle specie di fauna selvatica non costituiscono esercizio di attività venatoria e che le azioni di abbattimento verranno effettuate solamente da individui muniti di licenza per l’esercizio venatorio e previa frequenza dei corsi di formazione autorizzati dagli organi competenti, con l’eventuale intervento del personale del Comando unità per la tutela forestale ambientale e agroalimentare dell’Arma dei carabinieri.

    allegati   tar umbria 10 gennaio 2023.pdf
    NEWS
    Cabina di Regia mondo venatorio su dati dell’Università di Urbino su incidenti in ambito caccia
    01/02/2023
    CONFERMATO IL TREND DI DECREMENTO DI INCIDENTI E DECESSI; RESTA L’OBIETTIVO ZERO NEL LUNGO PERIODO
    Le associazioni venatorie riconosciute Federcaccia, Enalcaccia, Arcicaccia, ANLC, ANUUMigratoristi, ...
    Il Comitato Nazionale Caccia e Natura sostiene i cacciatori negli attacchi subiti dagli animalisti all’Isola del Giglio
    In merito alla discussione ancora in corso legata alla gestione dei mufloni all’isola del ...
    Porte Aperte, overbooking di prenotazioni. Raddoppiato il dato 2021
    Porte Aperte al Tiro a Volo è un grande successo ancora prima di iniziare. Chiuse le ...
    Mufloni al Giglio: minacce e pressioni dagli animalisti?
    In merito alla discussione in corso sulla gestione dei mufloni all’Isola del Giglio, e in ...
    15/09/2022
    Il 25 settembre i cittadini sono chiamati alle urne per eleggere il Parlamento, dal quale scaturirà un nuovo Esecutivo a guidare il Paese. Quali sono i candidati e i partiti politici che hanno espresso la volontà di impegnarsi al fianco del mondo venatorio?
    29/08/2022
    La Cabina di regia unitaria ha inviato un manifesto e una lettera di adesione a tutti i candidati alle prossime elezioni politiche, per chiedere la disponibilità a intraprendere un confronto sui temi della conservazione e della biodiversità
    12/07/2021
    ANPAM, CNCN e FITAV lanciano un nuovo prodotto di comunicazione ricco di contenuti inediti per approfondire il tiro a volo a 360° dalla viva voce dei professionisti del settore
    14/06/2021
    L’Assemblea del Comitato Nazionale Caccia e Natura ha nominato il 67enne già Presidente di Fondazione UNA al suo vertice per i prossimi 2 anni
    05/12/2020
    Le Associazioni venatorie riconosciute e il CNCN, a seguito della positiva ordinanza del Presidente Giani per lo svolgimento dell’attività venatoria nell’ATC di residenza, si rivolgono ai Governatori di Lombardia, Calabria, Campania, Basilicata, Piemonte e Valle d’Aosta per chiedere urgentemente l’adozione di provvedimenti similari.
    04/12/2020
    Le Associazioni venatorie riconosciute e il CNCN si rivolgono ai Senatori della Commissione Giustizia del Senato per chiedere una revisione dei disegni di legge in discussione, con l’eliminazione di tutte le norme presenti contro l’attività venatoria
    11/09/2020
    Raccolte in un comodo e semplice opuscolo le buone pratiche e le attenzioni da porre in atto per tutelare se stessi e gli altri in tempi di epidemia. Dalle Associazioni riunite nella Cabina di regia del mondo venatorio l’impegno per la sicurezza dei cacciatori e dei cittadini
    24/08/2020
    Dalla Cabina di regia l’invito a tutti i cacciatori di tornare a frequentare i campi di tiro e le armerie per prepararsi nel migliore dei modi alla nuova stagione di caccia
    03/07/2020
    Organizzato da IEACS, AFEMS, FACE e SAAMI in collaborazione con il WFSA il primo di una serie di webinar sulla proposta di restrizione nell’utilizzo delle munizioni di piombo nelle zone umide.
    26/06/2020
    La Cabina di Regia del Mondo Venatorio interviene sul coinvolgimento delle associazioni animaliste agli Stati Generali di Villa Pamphili. Rinnovata la richiesta di confronto al presidente del consiglio Giuseppe Conte
    condividi